4 metodi di pagamento online più utilizzati negli ecommerce

Categoria: Gestione operativa
Pubblicato il: 16-08-2017

Il commercio sta diventando sempre più digitale. Secondo l’Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano i pagamenti digitali in Italia sono cresciuti del 5,6% solo nel 2015 e hanno raggiunto un valore totale di 164 miliardi di fatturato all’anno. 

Questo studio non solo conferma l’enorme diffusione dell’ecommerce, ma rileva anche l’apporto fondamentale che i metodi di pagamento online hanno dato per favorire questa crescita. L’87% del transato dei cosiddetti d-payment - che comprendono mobile POS, contactless payment, ecommerce, epayment e mobile payment - proviene da acquisti di beni e servizi effettuati da pc e tablet.

 

Vuoi saperne di più? Scarica subito la nostra guida gratuita sui 5 passi per avviare un'attività di eCommerce

 

Data l’importanza che l’ecommerce sta acquistando anno dopo anno, si rivela ormai necessario conoscere e saper gestire i metodi di pagamento online più utilizzati per non rimanere tagliati fuori da una grossa fetta di mercato. In questo articolo illustreremo le quattro tipologie di pagamento online più utilizzate.

PayPal

PayPal non solo è il sistema di pagamento più diffuso in Italia, ma anche in tutto il mondo. Si calcola, infatti, che quasi il 94% degli acquisti online viene effettuato tramite questa metodologia.

Perché questo successo? Per prima cosa è considerato il metodo di pagamento più sicuro. Si tratta di un tramite che permette di collegare una carta di credito, un bancomat, un conto bancario o anche una semplice prepagata ad un portafoglio virtuale. In questo modo al momento della transazione non si dovranno inserire direttamente i propri dati finanziari, basterà inserire il nome utente e la password.

Vista questa garanzia di sicurezza e l’ampia diffusione tra gli utenti, PayPal è diventato un vero must per chi vuole aprire un commercio online. Inoltre, il circuito offre strumenti come PassPort per facilitare le operazioni di cambio valuta e di calcolo dei costi doganali.

Conto corrente o carta di credito?

Molti siti offrono la possibilità di pagare direttamente tramite carta di credito ma, essendo le truffe online sempre in agguato, è bene non fornire mai i dati sensibili della propria banca.

Per questo motivo ci si appoggia sempre più spesso a gateway - come i wallet di Banca Sella o Unicredit - oppure a siti come MyBank; questo permette di utilizzare l’online banking per collegare conto corrente del cliente e la banca dell’esercente.

Moneta virtuale

Molto utilizzata, soprattutto all’estero, la moneta virtuale - o bitcoin - è l’ideale per chi vuole puntare ad un commercio internazionale. Il bitcoin nasce nel 2009 e consente il possesso e il trasferimento anonimo delle monete. I dati che permettono il loro utilizzo si possono memorizzare come fossero un portafoglio digitale su uno o più PC.

Il valore della moneta virtuale e la gestione del cambio di valuta sono legati alle leggi della domanda e dell’offerta, in quanto non esiste un ente centralizzato che lo stabilisca a priori. In Italia sono poche le aziende che offrono questo tipo di pagamento, mentre in Paesi come gli Stati Uniti sono molti i colossi sul mercato che accettano i pagamenti con la moneta virtuale: tra i tanti troviamo Dell, Expedia e Showroomprive.

Bonifico online

Ultimo metodo di pagamento tra i più diffusi nell’ecommerce è il bonifico online. Questa modalità permette di avere i vantaggi di un sistema già noto a tutti i clienti di una banca - il classico bonifico bancario - ottenendo però delle agevolazioni nei costi di commissione. Anche l’operazione stessa è molto più agile perché può essere effettuata da qualsiasi device senza dover per forza recarsi in una banca.

Di fronte a tutti questi vantaggi ci si potrebbe chiedere perché non sia il metodo più diffuso. La ragione del suo utilizzo limitato risiede nel fatto che il pagamento non è contestuale all’evasione dell’ordine. Circuiti come PayPal pagano immediatamente l’esercente, quindi il prodotto può essere spedito il giorno stesso. Il bonifico, invece, impiega dalle 24 alle 48 ore per essere accreditato e solo al momento della ricezione del denaro il commerciante procederà all’evasione dell’ordine.

Ricorda, nel momento in cui decidi di aprire un negozio online scegli sempre l'attività giusta nella quale investire le tue forze e le tue risorse economiche, perché è da questo che poi orienterai le tipologie di pagamento online da offrire ai tuoi clienti.

New Call-to-action

Articoli più popolari

Esplora il nostro blog
iscrizione newsletter DHL Express