Esporta il successo del tuo eShop nel Regno Unito

Categoria: Export, Gestione strategica
Pubblicato il: 12-09-2022

C’è una buona notizia per chi desidera ampliare gli orizzonti del proprio business oltre confine: il Regno Unito - dopo un periodo difficile dovuto dapprima alla Brexit e poi alla pandemia - torna ad essere una meta ambita e attrattiva.

Una meta in cui lo shopping su Internet è più popolare che in qualsiasi altro grande paese: i consumi da eCommerce rappresentano oggi oltre il 36% del mercato totale della vendita al dettaglio (in crescita rispetto al 20% degli anni precedenti), con oltre 3 miliardi di dollari spesi settimanalmente nel mercato britannico della vendita al dettaglio via Internet1.

Inoltre, secondo quanto stimato da PwC, l’economia britannica chiuderà il 2022 con un tasso di crescita annuale del PIL di circa il 7%2.

 

Esporta in uno dei mercati eCommerce più forti al mondo

Il Regno Unito è il terzo mercato mondiale dell’eCommerce, con vendite online che rappresentano il 18% delle vendite al dettaglio totali3 e tassi di crescita che rimarranno probabilmente elevati anche in futuro.

Un mercato così sviluppato, sofisticato e diversificato, che registra un ampio utilizzo del commercio elettronico, è appetibile per le imprese italiane. Le esportazioni dall’Italia al Regno Unito attraverso la vendita online rappresentano dunque un’opportunità strategica per il Made in Italy, sia con il proprio eShop che tramite marketplace4.

 

Il tuo business è pronto per il commercio oltre confine con il Regno Unito?

Abituato ad acquistare online da molti anni, il consumatore britannico è particolarmente esigente in termini di presentazione dei prodotti e completezza delle informazioni, e si aspetta un servizio di alto livello per ciò che concerne i tempi di consegna e i servizi di customer care: se desideri immettere il tuo business nel mercato UK, occorre dunque pianificare con cura queste attività5.

Un processo più fluido e immediato genera la soddisfazione del cliente, che sarà incentivato a ritornare sul sito.

Come rendere dunque il commercio con il Regno Unito più fluido possibile?
Ecco qualche consiglio6:

  • Essere scrupolosi con le pratiche burocratiche.
  • Essere dettagliati con le descrizioni.
  • Fornire al proprio partner per le spedizioni i dati completi di contatto del destinatario per una consegna più rapida possibile.
  • Verificare se è necessaria una licenza di esportazione da parte del proprio paese di origine.


Affidati all’expertise doganale di DHL

expertise internazionale di dhl express

Per poter operare in un paese straniero occorre conoscere le norme doganali.
DHL vanta una forte esperienza sul fronte doganale, con un team di import/export estremamente competente che può fornirti una consulenza sulla spedizione di merci non solo nel Regno Unito, ma in 220 paesi nel mondo.

Con un team dedicato di oltre 4.100 esperti di pratiche doganali e una struttura di governance globale, assicuriamo un servizio di alta qualità. Inoltre, i nostri professionisti sono sempre aggiornati sulle ultime modifiche normative e procedurali e possono offrire alla tua azienda un servizio più che vantaggioso.

 

 

 

1. https://www.trade.gov/country-commercial-guides/united-kingdom-ecommerce

2. https://www.ice.it/it/sites/default/files/inline-files/RegnoUnito_Congiuntura%20econom%20e%20Comm%20Estero%20%281%29.pdf

3.https://www.dhl.com/discover/en-global/e-commerce/international-guides/country-guides-home/country-guide-uk#download

4. https://news.unioneitalianavini.it/wp-content/uploads/sites/6/2021/12/2021_12_15_Quaderno-E-commerce-Brexit.pdf

5.https://news.unioneitalianavini.it/wp-content/uploads/sites/6/2021/12/2021_12_15_Quaderno-E-commerce-Brexit.pdf

6. https://www.dhl.com/discover/en-global/e-commerce/international-guides/country-guides-home/country-guide-uk#download 

Articoli più popolari

Esplora il nostro blog
iscrizione newsletter DHL Express