SEO per ecommerce: come essere primi su google ed aumentare le vendite online

Categoria: Gestione strategica
Pubblicato il: 11-12-2017

Per aumentare le conversioni nel mondo dell'ecommerce non basta progettare e sviluppare il sito: questo, infatti, deve essere ottimizzato per i motori di ricerca, così da distinguersi dalla concorrenza e garantire visibilità e guadagni grazie all'aumento delle vendite.

 La SEO per ecommerce è, quindi, indispensabile per chi opera nel mondo delle vendite online e ha come obiettivo superare i competitor nella corsa per arrivare primi su Google.

 

Gestisci un ecommerce ma non sei soddisfatto dei risultati che ottieni?
Scarica il nostro ebook e scopri le strategie digitali vincenti!

 

Le strategie di digital marketing per conquistare utenti e motori di ricerca sono essenzialmente 5, vediamole insieme.

Creare una sitemap

La sitemap è il primo passo che bisogna compiere per posizionarsi nella SERP. Essa stabilisce, infatti, la struttura gerarchica del sito, e assicura l'indicizzazione dei contenuti. In questa prima fase, è importante non mettere troppi livelli e sottocategorie: i prodotti devono essere quanto più possibile “vicini” all'homepage.

Inoltre, è fondamentale che la sitemap sia in formato XML: nelle sue linee guida Google fornisce consigli e risorse per studiarne la struttura e ogni webmaster che si rispetti dovrebbe tenerne conto. Tre sono gli elementi che non possono mancare nella sitemap.xml:

  • la data dell'ultimo aggiornamento;
  • la frequenza dell'aggiornamento;
  • l’importanza che l’URL ha in relazione a tutte le altre pagine del sito.

Scegliere accuratamente le keyword

La seconda regola d'oro della seo per ecommerce riguarda le keyword: la loro scelta è fondamentale per essere primi su Google e aumentare le proprie vendite online. Le keyword vanno inserite nelle pagine del sito, negli URL, nelle Meta Description, negli Alt Tag e nelle schede prodotto.

Google Adwords è lo strumento migliore per individuare le keyword giuste e meno inflazionate. Digitando una parola chiave, il tool ne suggerisce altre, elencando il numero di ricerche mensili e il rapporto con la totalità dei risultati sul web.

Dare il giusto rilievo ai contenuti

Lo step successivo ha per protagonista i testi scritti: nella battaglia per conquistare la posizione desiderata nel grande mare di internet, infatti, sono i contenuti a farla da padrone. Gli algoritmi dei motori di ricerca rendono, infatti, il blog di estrema rilevanza per chi si occupa di seo per ecommerce.

Non vanno, inoltre, dimenticate le risorse gratuite come guide ed ebook, le recensioni e il tag rel="canonical", che permette di evitare penalizzazioni derivanti da testi uguali o molto simili, se inserito nella sezione head delle categorie di prodotto.

Assicurarsi un'adeguata quantità di backlink

La quarta regola per coloro che vogliono arrivare ad essere tra i primi su Google nel mondo delle vendite online si focalizza sui backlink: averne un'adeguata quantità è sicuramente tra le best practice seo. Usare aggregatori di comunicati stampa e il guest posting sui blog sono, senza dubbio, strategie vincenti per ottenere il risultato desiderato.

Anche i crosslink possono essere utilizzati per non passare inosservati all'occhio vigile dei motori di ricerca. La loro collocazione migliore è nelle descrizioni di prodotto e, inserendoli, bisogna assicurarsi di evitare anchor text troppo generici come il noto "clicca qui".

Eseguire l'audit del sito

Infine, è importante non dimenticare di eseguire l'audit del sito. Tale procedura permette di verificare la velocità di caricamento delle pagine e la loro accessibilità, correggendo e prevenendo gli errori, mentre i contenuti rimangono online e continuano, quindi, ad essere indicizzati. Questa tattica vincente riduce la frequenza di rimbalzo ed evita le penalizzazioni.

Per migliorare la user experience e scovare eventuali errori, Google mette a disposizione un importante tool: PageSpeed Insights, uno strumento con cui correggere i bug e rendere il sito più veloce.

Le cinque regole della seo per ecommerce non sono altro che pochi e semplici trucchi che ti aiuteranno ad incrementare le vendite online. Il ranking sui motori di ricerca è, infatti, il parametro base per stabilire quanto rende il business del proprio negozio online e migliorarlo attraverso questi accorgimenti è il primo passo verso il successo.

COME-VENDERE-ONLINE-LE-STRATEGIE-DIGITALI-VINCENTI-PER-SFONDARE-NEL-MONDO-DELLECOMMERCE

Esplora il nostro blog